5/10/2018
0
Davung Keud (si legge Koid!)
all'ombra dell'erba morella,
dopo averla calpestata
brutalmente
Sono solito utilizzare questo mio spazio personale esclusivamente per le mie considerazioni, anche perché difficilmente trovo argomenti interessanti che non scaturiscano dalla mia mente... Ebbene, questa volta voglio fare un'eccezione: un mio carissimo amico che lavora in un noto laboratorio scientifico d’oltralpe mi ha fatto pervenire i risultati dei suoi studi circa la presenza di ormoni femminili all’interno della birra. Senza dilungarci più del dovuto, passiamo dunque alla trattazione dell’esperimento, attraverso il quale è stato possibile confermare l’ipotesi, e alla relativa interpretazione dei risultati...

IPOTESI: la birra contiene una grossa quantità di ormoni femminili.

ESPERIMENTO: per verificarlo è stato utilizzato un campione di 50 individui di sesso maschile di età compresa tra i 18 e i 35 anni; al campione sono state quindi offerte un totale di 20 birre medie a testa, da consumarsi nell’arco di 24 ore. A somministrazione avvenuta, si è quindi riscontrato che:

a) praticamente tutti e 50 gli individui che componevano il campione erano ingrassati.
b) molti individui del campione parlavano moltissimo, ma senza dire nulla.
c) tutti e 50 gli individui del campione avevano evidenti difficoltà nella guida.
d) la maggior parte del campione non era in grado di compiere ragionamenti di qualsiasi tipo, anche i più semplici.
e) ciò nonostante, tutti e 50 gli individui del campione insistevano nell’avere comunque ragione su tutto, anche se l’evidenza dimostrava ampiamente il contrario.
f) in più, praticamente tutto il campione faceva pipì ogni 5 minuti, per giunta in compagnia.

TESI: senza aggiungere altro, è a questo punto inconfutabile che la birra contiene al suo interno ormoni femminili.



Questo qui non farebbe tanto il figo in questo modo, se soltanto sapesse cosa contiene in realtà la birra!