5/14/2018
0
Rileggere gli angoli di BovaByte di più di 10 anni fa è utile a riscoprire usi e consumi di una società ipertecnologica e superveloce. Prima dell'avvento dell'iPhone, i telefoni cellulari avevano già smesso di essere status symbol. Così potevamo permetterci di elevare a tale ruolo anche apparecchiature che oggi consideriamo inutili &/o insulse: i lettori Mp3, per esempio. La loro popolarità durò come una scheda video di fascia bassa sul PC del Pastore, dopodiché furono rimpiazzati - ironia del destino - proprio dai nuovissimi smartphone. - Noi Bovas

Una volta per essere trendy bastava avere un cellulare ultimo grido. Ne sanno qualcosa alcuni tristi personaggi in cui siamo incappati durante la nostra longeva carriera giornalistica (soprattutto il venerdì sera, entrando per sbaglio nei locali dove c’è la “bella gente™”). Ma ormai, lo sappiamo tutti, i telefonini ce li tirano dietro e la battaglia per la trendyzzazione si combatte con altre armi. Una di queste è sicuramente rappresentata dai lettori mp3, ideali eredi dei walkman degli anni ‘80: non contano le funzioni, l'importante è che l'oggetto sia nel contempo piccolo e stylish, e che il volume d'ascolto sia talmente alto che si possa sentire l'audio di un auricolare che si trova a 100 mt. di distanza. Ovviamente noi Bovas non potevamo ignorare un fenomeno di cotale portata intellettuale e abbiamo deciso di recensire i modelli più stilosi che siamo riusciti a trovare. Buona lettura.

IL LETTORE CHE RINFRESCA L'ALITO

Ecco un'arma infallibile per il moderno playboy: se è assodato che qualsiasi ragazza alla moda dovrebbe cadere ai piedi di chiunque indossi un lettore mp3 così piccolo, non è detto che il potenziale tombeur des femmes abbia un alito sufficientemente fresco. Ma grazie a questo lettore con le mentine incorporate non dovrete più preoccuparvi se avete mangiato pesante.





QUANDO LA TENEREZZA SI FA MUSICA

Cosa c'è più di tenero di un bell'orsacchiotto? Niente probabilmente... E allora spariamoci insieme appassionatamente questo bel lettore mp3, consigliato alle donzelle amanti dei pupazzetti e ai teneroni in generale (con qualche problema di crescita). Una nota dolente: data l'esigua dimensione dei tasti il prodotto è decisamente sconsigliato ai bambinetti grassi con le manine pacioccose (con o senza nutella).



IL LETTORE DA CUBICOLO

Questo modello è consigliato a chi lavora in posti in cui ascoltare musica è assolutamente vietato: la pratica forma a clip lo rende infatti estremamente mimetico in ufficio. Aggiungete una manciata di fogli fotocopiati e sarete liberi di canticchiare vicino alla fotocopiatrice o alla macchinetta del caffé: i vostri superiori infatti saranno piacevolmente colpiti dall'amore e dalla passione con cui eseguite anche i compiti più ingrati.




PER VOI VANITOSI (E ANCHE PER CHI SI SCHIACCIA I BRUFOLI)

Se siete donne in carriera, prive del tempo necessario per truccarsi adeguatamente o, più in generale, se siete persone particolarmente attente alla cura del vostro corpo, non potrete in nessun caso fare a meno di questo meraviglioso lettore mp3: grazie alla superficie speculare potrete sempre tenere sotto controllo la perfezione del trucco o la scultura del capello. Ed eventualmente schiacciarvi i brufoli senza fare danni.



IL LETTORE NEW AGE

Per voi amanti dell'esoterismo da supermercato, ecco un favoloso lettore mp3 dove i comuni disturbi elettrici sono stati furbescamente sostituiti da rilassanti onde alpha, capaci di rilassare gli animi degli esagitati, di sviluppare la materia grigia ai decerebrati (c'è speranza  anche per noi due, dunque! NdBovas) e bloccare la caduta dei capelli.



SE CANTI LA FAI MEGLIO...

Eviteremmo di specificare cosa, ma a quanto pare i giapponesi sono dei veri feticisti della toilette: dopo bagni autopulenti che fanno anche il bidet a richiesta, il passo successivo non poteva che essere un bell'asse da tazza con tanto di lettore SD incorporato. In questo modo potrete accompagnare il “rito” con il vostro cantautore preferito (o con quello che vi piace di meno in caso di stitichezza).




Next
This is the most recent post.
Post più vecchio